Iniziative ed eventi
la memoria viva: visita a Civitella Val di Chiana PDF Stampa E-mail

alt

E' stata un'interessante e bella visita, quella svolta ieri, sabato 26 ottobre, a Civitella Val di Chiana ed a Castelnuovo dei Sabbioni. Grazie al contributo del Circolo "Bella Ciao" fratelli Mariotti, che ha finanziato il viaggio in pullman, un nutrito¬† gruppo di soci e simpatizzanti¬† della nostra Sezione ANPI di Scandicci, ha fatto visita e reso doveroso omaggio, a due localit√†, teatro di alcune delle stragi pi√Ļ efferate dell'occupazione nazi-fascista. Il 29 giugno 1944 ebbero luogo gli eccidi di¬† Civitella Val di Chiana, Cornia e S. Pancrazio, tre paesi situati nell'estrema propaggine del Valdarno superiore, in cui¬† vennero barbaramente uccisi ben¬† 244 civili, compresi donne e bambini. Sterminati da¬† unit√† della divisione corazzata Hermann Goering, con l'appoggio di fascisti locali. Il Comune fu insignito, nel 1963, della medaglia d'oro al valor civile
La nostra visita ha toccato poi  Castelnuovo dei Sabbioni, località  che si trova nel comune di Cavriglia, che ha pagato un pesante tributo di sangue prima che le forze alleate, con l'aiuto indispensabile dei partigiani, liberassero questa parte della Toscana dall'occupazione nazista. Oltre 190 i civili cavrigliesi furono fucilati per rappresaglia, in diversi episodi, dall'esercito nazista durante i giorni del luglio 1944.
A Castelnuovo dei Sabbioni la mattina del 4 luglio 1944 i soldati tedeschi rastrellarono 74 ostaggi, compreso il parroco Don Ferrante Bagiardi che si era offerto in cambio della liberazione degli altri ostaggi. Tutti i prigionieri furono portati davanti alla chiesa e fucilati. Lo stesso giorno una strage analoga fu compiuta a Meleto Valdarno dove furono trucidati 93 cittadini inermi, tra cui il parroco Don Giovanni Fondelli. Con decreto del Presidente della Repubblica, in data 31 novembre 1983, è stata concessa al Comune di Cavriglia la medaglia di bronzo al valor militare per attività partigiana. 
 
vigliacca provocazione fascista in via Chianesi PDF Stampa E-mail
I fascisti sono riapparsi  nel quartiere di S.Giusto a Scandicci (dove Casapound ha il proprio covo) e vigliaccamente, come solo loro sanno fare, nella nottata di venerdì hanno divelto la targa, messa dall'Amministrazione Comunale, per ricordare la figura di Elio Chianesi, Comandante gappista, barbaramente ucciso dai fascisti, insignito dalla Repubblica Italiana della medaglia d'oro alla memoria. Per rispondere a questa ennesima provocazione fascista, già denunciata alle autorità preposte, è stato organizzato un flash mob democratico e antifascista che si è svolto stamani alle 10,00 in via Chianesi per ripristinare  una targa provvisoria che ricorda Elio Chianesi e la sua vita, con tanti  fiori ed il sostegno della Scandicci democratica e antifascista. Come diceva il nostro striscione: ORA E SEMPRE RESISTENZA!
alt
 
I fiori, la targa provvisoria e la bandiera dell'ANPI Sezione "Sergio Fallani" di Scandicci  per rendere omaggio a Elio Chianesi, Comandante gappista, medaglia d'oro alla memoria,  la cui targa è stata divelta  da vigliacchi  fascisti a S.Giusto.
Di seguito il testo del volantino diffuso dall'ANPI e dal Comitato Antifascista di Scandicci
alt
 
Costituzione, la via maestra PDF Stampa E-mail

alt

"La nostra Costituzione: la via maestra", questo il titolo del banner scelto dall'ANPI e dal Comitato Antifascista per caratterizzare lo stand alla  Fiera di Scandicci 2019. Perchè anche ora, con un nuovo Governo, invece di pensare ad attuare la Costituzione ed i suoi princìpi, i partiti discutono di modificare la nostra Carta fondamentale. Noi continuiamo a pensare che attuare la Costituzione con leggi adeguate e applicandola quotidianamente, sarebbe già una bella "rivoluzione" per il nostro Paese, per i cittadini, per un futuro migliore.
 
SOSTENIAMO IL COMITATO ANTIFASCISTA DI SCANDICCI PDF Stampa E-mail
alt
 
progetto archivio multimediale PDF Stampa E-mail
Presentato a Roma il progetto di realizzazione di un primo archivio nazionale delle video-testimonianze delle partigiane e dei partigiani viventi. Proiettato un video con alcuni passaggi delle prime interviste. L'invito ai giornalisti a collaborare volontariamente. La registrazione della presentazione curata da Radio Radicale
Il progetto, promosso dalla Presidenza nazionale ANPI, prevede la realizzazione - in un tempo di 2 anni - di un archivio pubblico contenente interviste video alle ultime partigiane e partigiani viventi. Il coordinamento editoriale e la raccolta di queste interviste sar√† realizzato dai giornalisti Gad Lerner e Laura Gnocchi (da cui √® giunto l'input). L'intento √® quello di dare forma ad un memoriale vivo e condiviso, e al tempo stesso di fornire un'importante documentazione ai ricercatori e un moderno strumento di conoscenza storica e democratica alle nuove generazioni. Qualcosa di pi√Ļ, quindi, di un monumento celebrativo. Una grande operazione culturale per rinnovare nel tempo la consapevolezza che la Resistenza costituisce un passaggio decisivo per la costruzione della convivenza civile e per instillare nella coscienza di tutte italiane e degli italiani l'imprescindibilit√† dei valori di libert√†, umanit√† e giustizia. Questo il senso di una importante iniziativa presentata oggi a Roma, presso la sede nazionale ANPI. Hanno preso la parola: Carla Nespolo, Gad Lerner, Laura Gnocchi, Ivan Pedretti - Segretario generale dello SPI-CGIL che sar√† parte attiva del progetto - e Aldo Tortorella.¬† (Fonte www.anpi.it)
Le giornaliste e i giornalisti che volessero mettere a disposizione volontariamente la propria professionalità e il proprio tempo per le interviste sono pregati di contattare l'Ufficio stampa ANPI: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , tel. 3200361804.
Di seguito il link dove vedere un video con alcuni passaggi,   https://vimeo.com/339303707
 
 
 
 
 
 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo>> > Fine >>

Pagina 1 di 20

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com